Cyberbullismo

Progetto di contrasto al bullismo elettronico nelle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Gorizia

ABSTRACT: Contrastare il Cyberbullismo: un approccio “peer to peer”

Da stime recenti il 25% della popolazione studentesca italiana dichiara di aver subito o fatto prepotenze ai compagni (dati 2013 Eurispes e Telefono azzurro). In sostanza, un ragazzo su quattro è coinvolto nel fenomeno del bullismo scolastico come vittima o autore di comportamenti che vanno dalle offese, prese in giro, esclusione, dicerie fino alle violenze fisiche e agli attacchi online (cyberbullismo).

Il cyberbullismo, fenomeno nuovo che si sta sempre più attestando come 'pericoloso', è quel tipo specifico di bullismo esercitato attraverso i social media.

Da Facebook a Twitter, a Youtube i nuovi canali di comunicazione divengono facilmente una strada per vessare compagni di classe o 'nemici'. Considerando la natura del cyberbullismo, che raggiunge le vittime in ogni luogo e in ogni momento, nonché l'ampio target di spettatori che possono facilmente nascondersi dietro l'anonimato, il fenomeno è da tenere sotto controllo, anche per le possibili conseguenze che possono avere i singoli episodi.

Il progetto qui presentato nasce con l’obiettivo di realizzare un intervento nelle scuole superiori volto al contrasto e alla prevenzione del cyberbullismo che sia fondato su prove empiriche di efficacia (un intervento evidence based).

L’intervento, basato su un modello di peer education-peer support, vedrà il coinvolgimento attivo di alcuni studenti chiamati peer educators: essi diventano gli agenti di cambiamento all'interno della classe portando avanti con i loro compagni e con tutti coloro che sono interessati a ricevere un aiuto, un consiglio. L’obbiettivo generale è quello di educare i giovani a un uso sicuro e responsabile delle nuove tecnologie e sostenere la capacità delle scuole e della comunità nel gestire efficacemente le situazioni problematiche, riducendo l'incidenza della violenza tra pari e del bullismo. Il progetto prevede la realizzazione di seminari formativi a favore dei peer educators tenuti da psicologi in collaborazione con la rete delle scuole che verranno coinvolte nel progetto. Gli incontri formativi saranno focalizzati sullo svolgimento di attività volte all’incremento della consapevolezza emotiva, al potenziamento delle competenze empatiche e prosociali e allo sviluppo di strategie adattive di coping per contrastare e prevenire i fenomeni del bullismo e del cyber bullismo. Il progetto è finalizzato anche alla sensibilizzazione degli insegnanti, delle famiglie e della cittadinanza. Per tale finalità si realizzerà un convegno con esperti del settore.

Obiettivi:
  • Diffondere negli studenti conoscenze riguardanti i rischi nell’utilizzo del web.
  • Sviluppare atteggiamenti protettivi nei minori e in soggetti a rischio per quanto riguarda l’uso di strumenti informatici (web, chat, social network…etc).
  • Promuovere nuove conoscenze e competenze tra gli insegnanti e nella popolazione finalizzate all’acquisizione di competenze socio-educative atte ad individuare situazioni a rischio tra gli adolescenti e promuovere comportamenti di benessere
BIBLIOGRAFIA DEL PROGETTO
  • Genta, M.L., Brighi, A. & Guarini A. (2009). Bullismo elettronico. Fattori di rischio connessi alle nuove tecnologie. Roma: Carocci Editore.
  • Genta, M.L., Brighi, A., & Guarini, A. (2013). Cyberbullismo. Ricerche e strategie di intervento. Milano: Franco Angeli Edizioni.
  • Iannacone, N. (2009). Stop al cyberbullismo. Per un uso corretto e responsabile dei nuovi strumenti di comunicazione. Bari: Edizioni Meridiana.
  • Mura, G., & Diamantini, D. (2013). Il cyberbullismo. Milano: Edizioni Angelo Guerini e associati.
  • Watzlawick, P., Beavin J.H., & Jackson, D.D. (1971). Pragmatica della comunicazione umana. Studio dei modelli interattivi, delle patologie e dei paradossi. Roma: Astrolabio Ubaldini Editore.
CONTATTI per le informazioni relative alla conduzione del progetto con gli allievi

Dott.ssa Sandra Pellizzoni
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dott.ssa Laura Redolfi
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CONTATTI dei responsabili del progetto

Dott. Claudio Tonzar
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dott. Stefano Roncali
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Associazione Psicoattività

Associazione di Promozione Sociale

Piazza Collalto, 9
33057, Palmanova (UD)

Scarica il modulo di iscrizione a Psicoattività

Contatti

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Fax: 0432 1632062
C.F. 90018800301
Cassa Rurale FVG – Filiale di S. Vito al Torre (UD)
IBAN IT35E0862264240013000104976

Iscriviti alla newsletter

Se desideri iscriverti alla Newsletter di Psicoattività inserisci le informazioni richieste:


© 2019 Associazione Psicoattività